Non solo bar

Tu sei qui

Non solo bar
15 Marzo 2015

RC Valle Sabbia Centenario
Non solo bar

Il progetto "Non solo bar" non è forse un progetto pionieristico poiché già esistono esperienze simili, non più di un paio per la verità, anche nella nostra Provincia, ma nessuna attiva nel nostro territorio.
In breve l'idea è quella di impegnare dei giovani con disabilità lieve o media in una attività commerciale di bar e piccola ristorazione offrendo loro un percorso volto all'autonomia che sia possibilmente autosostenibile economicamente.

Il bisogno in Valle Sabbia è attualmente rappresentato da 7 giovani che stanno ripetendo l'ultimo anno della scuola alberghiera presso il Centro Polivalente di Idro, la ripetizione della classe, per alcuni giunta al 3 anno è in realtà un escamotage per consentire ai ragazzi di svolgere ancora gli stage che sono possibili solo per gli studenti. La maggior parte di loro in effetti svolge oltre il 60% dell'orario scolastico in attività di stage presso attività del settore.

Per la prossima estate grazie ad un contributo di 10.000 euro ricevuto tramite il Bando Valle Sabbia attivato dal nostro club presso la Fondazione della Comunità Bresciana la cooperativa Cogess impegnerà i 7 ragazzi nella gestione di un locale a Idro dopo aver già svolto una prova nell'anno passato quando è stato affidato ai ragazzi la gestione del servizio bar durante le 20 serate di cineforum organizzate dal Comune.

Il progetto è piaciuto molto ed ha trovato solidarietà sul territorio al punto che è stato offerto in comodato gratuito alla cooperativa un immobile (da ristrutturare) posto sulla strada di fondo valle poche centinaia di metri dopo la fine del tratto di tangenziale in Comune di Barghe. Si tratta di un vecchio fienile con molto spazio verde sulla riva del fiume Chiese dove la strada è molto frequentata non solo dai residenti nei paesi della zona ma anche da tutti coloro che si dirigono verso le montagne del vicino Trentino.

L'Amministrazione Comunale di Barghe che per molti anni ha ospitato sul suo territorio il Centro Diurno della Cogess, oggi dopo il trasferimento del Centro a Idro, si è dichiarata ben lieta di accogliere una simile attività che vede impegnati i ragazzi per i quali si era già sviluppata una fitta rete di solidarietà negli anni passati.

L'obiettivo evidentemente è quello di realizzare un intervento minimo che salvaguardando il fascino rustico della location possa però consentire di svolgere l'attività di piccola ristorazione. Lo spazio verde circostante potrebbe anche essere adibito a zona di coltivazione per prodotti da impiegare nella somministrazione, non a km ma a centimetro zero.

Il progetto vede già un impegno di alcuni nostri soci: fino ad ora, infatti, tutte le pratiche amministrative e le competenze tecniche sono state svolte gratuitamente dai soci Giovanni Raccagni e Antonio Albasi con la collaborazione, sempre gratuita degli architetti Lorenza Barbagallo e Marco Cillis. Con il proseguo dell'iniziativa certamente serviranno altre competenze per le quali si confida in altri soci disponibili.
Il presidente Salvini augurando il miglior successo all'iniziativa ha assicurato che quando sarà il momento sarà lieto di provvedere alla fornitura di quanto necessario per la realizzazione del bagno a norma.

Giuliana Tonoli e Lorenza Barbagallo

In evidenza

Lo Stendardo del Rotary Valle Sabbia
Lo Stendardo reca la ruota del Rotary e lo stemma della Valle Sabbia. Le insegne del club sono rappresentate su un pezzo di stoffa e non un...