I sessant'anni dei trattati di Roma

Tu sei qui

I sessant'anni dei trattati di Roma
05 Aprile 2017
Testata news: 
Valsabbia 
Rotary

I sessant'anni dei trattati di Roma

di red.

Anche il Rotary Valle Sabbia si è impegnato nel celebrare il compleanno dell’Europa, in occasione dell'evento internazionale di teatro e musica con Luca Micheletti ed il Corpo Musicale Sgotti andato in scena al sociale alla fine di marzo
 
 
 
Il Rotary Valle Sabbia è da sempre impegnato a costruire la Pace favorendo l’incontro e lo scambio in particolare tra i giovani, con borse di studio annuali che hanno portato studenti valsabbini in giro per il Mondo, dalla Cina agli Stati Uniti, dal Messico all’Australia. 

Promuovendo inoltre la cooperazione internazionale con il Progetto Polioplus per la vaccinazione dei bambini contro il virus della poliomielite oppure con il progetto Maison de Paix per la realizzazione di un centro destinato alla promozione sociale e all’assistenza in particolare delle mamme e dei bambini a Kikwit, popolosa città della Repubblica Democratica del Congo. 

Non poteva restare insensibile dunque il Rotary della Valle Sabbia alla ricorrenza dei 60 anni dalla nascita della Comunità Europea oggi Unione Europea, un progetto che appare anche proprio in questi giorni tutt’altro che facile e scontato.

Al Teatro Sociale di Brescia sono stati invitati i diplomatici e i rappresentanti delle Istituzioni Internazionali impegnate nel Convegno ospitato a Brescia dall’Università Cattolica: S.E. Guillermo Leòn Escobar Harràn, Ambasciatore della Colombia presso la Santa Sede, On. Samia Nkrumah, parlamentare ghanese, S.E. Mons. Vincenzo Zani, Segretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica della Santa Sede, S.E. Pasquale Ferrara, Ambasciatore della Repubblica italiana in Algeria, Prof. A. Jean Bosco Matand, Rettore emerito dell’Università Cattolica di Kinshasa, S.E. Mons. Silvano Maria Tomasi, già Osservatore permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite a Ginevra, Dott. Gianfranco Cattai, Presidente Federazione Organismi di Servizio Internazionale Volontario, Prof. Daniel Stigliano, Fondazione Scholas Occurrentes Argentina, Prof. Giancarlo Pallavicini, Accademia delle Scienze della Federazione Russa, Prof. François Mabille, Segretario Generale della Federazione Internazionale delle Università Cattoliche, Dott. Giuseppe Tonello, Presidente Banco “Desarrollo de los Pueblos” – Fondo Ecuatoriano Populorum Progressio, Prof. Walter Baier, politico austriaco, Coordinatore del network “Transform! europe”, Mons.  Flavio Dalla Vecchia Presidente e Mons. Armando Nolli Direttore di Cuore Amico Fraternità Onlus, don Carlo Tartari Direttore dell'Ufficio per le Missioni della Diocesi di Brescia, Cap. Lorenzo Provenzano, Comandante della Compagnia di Brescia dell’Arma dei Carabinieri, arch. Laura Nocivelli, Presidente del Conservatorio Luca Marenzio di Brescia.

Luca Micheletti è ben noto al pubblico bresciano per le innovative proposte presentate negli ultimi anni nell’attività teatrale e cinematografica ed i prestigiosi riconoscimenti ottenuti: nel 2016 il Premio Internazionale Pirandello per meriti acquisiti in campo teatrale, il premio Ubu e il premio Nazionale della Critica oltre a due partecipazioni alla Mostra del Cinema di Venezia.

Il prof. Paolo Bolpagni, già Direttore della Collezione Paolo VI, l’ha definito “patrimonio vivente della cultura italiana”. 
Sul palco del Sociale Micheletti ha presentato due testi di grande impatto: “Il mondo senza sonno” composto nel 1914 da Stefan Zweig e Cori da “La Rocca” composto nel 1934 da T.S. Eliot.

Il Corpo Musicale Sgotti, forte di 50 musicisti, è una delle istituzioni musicali più longeve del territorio bresciano vantando quest’anno gli 80 anni di attività ininterrotta (salvo una breve pausa negli anni più duri della guerra) che saranno festeggiati con un fitto calendario di esibizioni promosse dal Presidente Enrico Caravaggi. 

È oggi diretto dal giovane Maestro Giulio Piccinelli che è stato alla direzione di prestigiosi ensemble quali l’Orchestra La Verdi di Milano, l’Orchestra a Fiati Giovanile Europea (EUYWO), l’Orchestra dell’University of Northen Iowa e l’Orchestra a Fiati professionale di Lipsia, nonché della prestigiosa Banda della Marina Militare Olandese. 

In evidenza

Lo Stendardo del Rotary Valle Sabbia
Lo Stendardo reca la ruota del Rotary e lo stemma della Valle Sabbia. Le insegne del club sono rappresentate su un pezzo di stoffa e non un materiale...