I rotariani scaligeri ospiti del Club Valle Sabbia

Tu sei qui

I rotariani scaligeri ospiti del Club Valle Sabbia
05 Febbraio 2010
Testata news: 

ODOLO – E’ una costante storica la fedeltà
della Valle Sabbia alla Serenissima, costata
anche non poco sangue nei secoli passati
in occasione dei ricorrenti conflitti con le
truppe del Ducato di Milano.
Non c’è dunque da stupirsi se il Rotary
Club della Valle Sabbia, appartenente al Distretto
del Rotary 2050 (che comprende
buona parte del territorio milanese unitamente
a quello della Lombardia orientale),
coltiva però rapporti stretti anche con l’oriente
Veneto, vantando già una parentela
stretta con il vicino Trentino dal quale, superando
il guado di Ponte Caffaro, giungono
anche alcuni soci del club.
Ecco allora spiegata la presenza in valle di
una folta delegazione del Rotary Club Verona
Scaligero, club appartenente al Distretto
del Rotary 2060, guidata dal presidente
Roberto Marchesini.
Si è trattato di una visita gradita, che è stata
occasione per uno scambio di esperienze
e anche per la condivisione di qualche
progetto futuro.
«Tanti pensano che il territorio della Valle
Sabbia sia un territorio chiuso – ha commento
per l’occasione la presidente del sodalizio
valsabbino Clara Stabiumi – in
realtà è un territorio che è sempre stato
ricchissimo di relazioni e di contatti proprio
perché via di comunicazione tra la pianura
padana, il Trentino e l’Europa continentale.
E’ quindi naturale anche per noi
oggi coltivare rapporti con club appartenenti
a territori più o meno lontani, senza
perdere mai l’occasione di imparare qualcosa
di nuovo».

In evidenza

Lo Stendardo del Rotary Valle Sabbia
Lo Stendardo reca la ruota del Rotary e lo stemma della Valle Sabbia. Le insegne del club sono rappresentate su un pezzo di stoffa e non un materiale...