Un nuovo ecografo per il Pronto Soccorso

Tu sei qui

Un nuovo ecografo per il Pronto Soccorso
31 Gennaio 2020

di Federica Ciampone

Enti locali, imprenditori e privati hanno unito le forze per donare l’apparecchio all’ospedale di Gavardo, che anche per la medicina d’urgenza punta a modernità ed efficienza dei macchinari e formazione sempre più specifica dei medici
 
   
 

Grazie alla sensibilità e alla solidarietà degli enti locali e di privati cittadini il Pronto Soccorso di Gavardo può ora avvalersi di un nuovo ecografo multidisciplinare, un modello Esaote MyLab Seven eHD Crystaline del valore di ben 30.500 euro.

La donazione è frutto di una raccolta fondi partita su proposta della dott.ssa Francesca Gatti, medico del Pronto Soccorso gavardese. Una rete di solidarietà creata concretamente dalla Fondazione della Comunità Bresciana che, con la Comunità Montana di Valle Sabbia, la Cassa Rurale e il Rotary Valle Sabbia Centenario ha coinvolto un gruppo di imprenditori (Breco Srl, Phoenix Informatica Srl, Automazioni Industriali Capitanio Srl, Ivars Spa, Dall’Era Valerio Srl, Fast Spa e la famiglia Bonomini) per raggiungere la cifra sufficiente per l’acquisto dell’apparecchiatura.

Le donazioni sono poi state veicolate dalla Cooperativa Sociale Co.Ge.S.S. di Barghe, che ha donato l’ecografo alla struttura ospedaliera.
“Ancora una volta ci ritroviamo qui a Gavardo per ricevere una donazione – ha detto in conferenza stampa il Direttore Generale dott. Carmelo Scarcella. – L’attenzione costante che viene rivolta all’ospedale è una conferma del buon lavoro svolto dagli operatori, e ringrazio tutti coloro che hanno aderito a questa raccolta fondi che ci ha permesso di disporre di un nuovo strumento ormai essenziale in ambito di medicina d’urgenza”.

Gli fa eco la Responsabile del Pronto Soccorso dott.ssa Maria Cristina Savio: “Il nuovo ecografo – arrivato, a mo’ di regalo, proprio nel giorno di Santa Lucia - va ad affiancare quello già in uso nella definizione del quadro clinico in emergenza, nell’ottica di portare il Pronto Soccorso a livelli sempre più alti in materia di apparecchiature moderne ed efficienti e di formazione dei medici”.

“L’ospedale di Gavardo è il nostro ospedale, il primo presidio utile per tutti i cittadini della Valle Sabbia – ha sottolineato il presidente della Comunità Montana valsabbina Giovanmaria Flocchini – ed è bello che tutti, istituzioni, enti e associazioni locali, ci impegniamo al massimo per renderlo migliore”.

C’è da dire che il concetto di lavoro – a fronte di una progettualità ben precisa - e di aiuto a vantaggio del bene comune è sempre stato ben radicato anche tra gli imprenditori bresciani e valsabbini, come ha sottolineato anche Michele Lancellotti, imprenditore prevallese e consigliere della Fondazione Comunità Bresciana.

Considerando che l’ecografia in emergenza è ormai quasi considerata un’estensione del fonendoscopio, si capisce quanto il nuovo apparecchio sia utile all’interno del Pronto Soccorso, punto di riferimento della Valle Sabbia e di gran parte del territorio del Garda.

Nelle foto:
- I donatori con il nuovo ecografo
- Da sinistra la dott.ssa Savio, il dott. Scarcella, Michele Lancellotti e Giovanmaria Flocchini

In evidenza

Lo Stendardo del Rotary Valle Sabbia
Lo Stendardo reca la ruota del Rotary e lo stemma della Valle Sabbia. Le insegne del club sono rappresentate su un pezzo di stoffa e non un...