La tolleranza per le diversità

Tu sei qui

La tolleranza per le diversità

A volte si è tentati di criticare leggi, costumi, tradizioni di altri Paesi, perché diversi dai nostri. Non solo, ma avviene anche che determinate pratiche siano illegali in un Paese e perfettamente accettate in un altro.

In qualità di membri di un'organizzazione internazionale dedicata alla comprensione e alla pace mondiale, i rotariani sono chiamati a dar prova di tolleranza e ad astenersi dal giudicare i loro amici rotariani di altri Paesi quando il loro comportamento sembri inusuale.

Nel 1933 il Rotary International ha adottato una risoluzione che stabilisce:
"I rotariani di qualsiasi nazionalità devono evitare di criticare le leggi e le abitudini degli altri Paesi" non solo, ma la risoluzione insiste stabilendo che: "i rotariani di un Paese non devono interferire con le leggi e i costumi di un altro Paese".
Queste parole servono ancora di guida per tutti i rotariani che hanno a cuore la comprensione, la buona volontà e l'amicizia.

Considerazioni analoghe possono essere fatte in tema di credo religioso.
In molti Rotary Club vi è l'uso, all'inizio delle riunioni settimanali, di cominciare con una breve invocazione di carattere religioso senza che questa faccia riferimento ad alcun specifico credo.
Lo statuto del Rotary riconosce che nel mondo i rotariani professano molte diverse religioni, fedi o idee e per questo il Rotary rispetta integralmente il credo di ogni rotariano e non cerca di impedire ad alcuno di seguire le proprie convinzioni.
In occasione di assemblee o di congressi internazionali è tradizione osservare un momento di raccoglimento in occasione del quale, proprio per rispetto allo spirito di tolleranza religiosa che distingue il Rotary, ciascuno viene invitato a cercare, secondo le proprie convinzioni, un indirizzo spirituale e la pace interiore.
E' certamente un'esperienza emozionante quella di unirsi insieme a migliaia di altri rotariani in una preghiera muta e personale.
Le riunioni del Consiglio Centrale e delle commissioni iniziano con qualche istante di silenzioso raccoglimento quale testimonianza di rispetto verso tutte le fedi dei suoi membri che rappresentano le diverse religioni del mondo.
Poiché ciascun Rotary club è autonomo, dipende solo dalle tradizioni locali il fatto di raccogliersi o meno in un momento di riflessione all'inizio delle riunioni, sempre rispettando le differenze religiose.

In evidenza

Lo Stendardo del Rotary Valle Sabbia
Lo Stendardo reca la ruota del Rotary e lo stemma della Valle Sabbia. Le insegne del club sono rappresentate su un pezzo di stoffa e non un...